vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Articoli 
   
 
Iscritti
Utenti: 2290
Ultimo iscritto: Sibor80
Iscritti | ISCRIVITI
 
La sindrome del burn-out del medico di medicina generale
Inserito il 22 gennaio 2005 alle 09:31:00 da admin. Stampa Articolo | Stampa Articolo in pdf
inquadramento
Una indagine della Fimmg condotta dal dott Mario Costa, in cui si chiede se è possibile prevenire la sindrome del burn out, pone l’accento su alcuni importanti aspetti nella sindrome del burn out in medicina generale: la pressione intollerabile della burocrazia; i problemi sociali ed economici dei pazienti; le aspettative accresciute, il senso di impotenza dei medici.

Anche noi abbiamo condotto indagini e siamo arrivati ad identificare quasi gli stessi punti.
Potrebbe essere utile citare i nostri precedenti contributi alla problematica che sono:
“Frequent Attender phenomenon : the health care system Achilles’ ( WONCA Congress, Giugno 2002
“the general practitioner’s everyday life ” (WONCA June 2002 Londra;
“ Frequent Attenders: Tallone d ’Achille del SSN e dei Medici di Famiglia.” pubblicazione su M.D. (Medicinae Doctor) Anno IX, Numero 26- 25 Settembre 2002;
“ Cresce il disagio dei medici di famiglia in tutta Europa ” MD ( Medicinae Doctor, Anno XI, numero 22, 2004;
“A particular aspect of GP’s burn-out syndrome: the intolerable bureaucratic pressure felt as an institutional mobbing.” Workshop WONCA June 2004, Amsterdam
“Great but Unrealistic Expectations” pubblicato sull’ European Journal of General Practice, Volume 10, September 2004.

Pur partendo dagli stessi presupposti dobbiamo però affermare che le nostre conclusioni sono molto diverse ed addirittura in alcuni punti opposte.

Si parla nella ricerca torinese di un medico impreparato ad affrontare i nuovi compiti quali il ruolo del gate keeper oppure impreparato ad affrontare il disagio sociale di molti pazienti.

Forse non siamo preparati, ma perché dovremmo esserlo?

Questi nuovi compiti sono realmente necessari o non sono piuttosto il risultato di una distorsione nella attuale impostazione del Servizio Sanitario Nazionale che non si ha il coraggio di correggere alla fonte?

Inoltre, la ricerca internazionale presenta ben altri aspetti. L’abbiamo condotta per anni ed è stata presentatta a Avignone come preliminare ( EGPRN Meeting, maggio 2003 ), a Verona ( EGPRN Meeting , Ottobre 2003 ) e finale a Anversa ( EGPRN Meeting , maggio 2004 ). Ora è in fase di pubblicazione su rivista internazionale. In essa si evidenzia come il burn out venga accenttuato dall’avanzare dell’età, dal realizzare che vi è mancanza di sviluppo di carriera, dal realizzare che è l’impegnarsi ed essere particolarmente preparati (!) a creare un contrasto maggiore con un mondo piatto , burocratico, ottuso, anti meritorio: Inoltre, svolgono ruolo negativo la mancanza del part time soprattutto per le donne, e del tempo protetto per didattica e ricerca, e lo stress del lavoro anche nei week end o nelle notti, e i problemi relazionali con lo staff delle multipractice.

 
  cause >>
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2022 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 19:29 | 804416 accessi| utenti in linea: 25847