SI POSSONO SOSPENDERE I BETABLOCCANTI NEL POST-INFARTO?
Inserito il 08/09/19 da admin. IT - cardiovascolare
Proponi Tu i contenuti!


Uno studio osservazionale suggerisce che nei pazienti anziani che rimangono stabili e asintomatici a distanza di almeno 3 anni da un infarto miocardico si potrebbe sospendere il bebloccante senza che si verifichino esiti avversi.


Nei pazienti che hanno subito un infarto miocardico viene quasi sempre prescritto un betablocante con varie motivazioni: per ridurre il rischio di morte aritmica, per ridurre la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa onde diminuire il fabbisogno miocardico di ossigeno e il sovraccarico cardiaco.

Ma il betabloccante dovrebbe essere assunto per tutta la vita?
Soprattutto negli anziani questa domanda lecita, tenendo conto che si tratta di una popolazione in cui il betablocco potrebbe maggiormente portare ad effetti collaterali o intolleranze.

E' questa la domanda che si sono posti gli autori di uno studio osservazionale che ha analizzato i dati (Leggi la notizia completa ...)