vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2274
Ultimo iscritto: gventura
Iscritti | ISCRIVITI
 
Quanto puo' sopravvivere un seme? Decenni, forse secoli
Inserito il 27 giugno 2001 da admin. - scienze_varie - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  



E' tuttora in corso negli Stati Uniti uno dei piu' lunghi esperimenti di biologia vegetale effettuati nel mondo. Nel 1879 sono state preparate dal botanico Willam Beal 20 bottiglie ermeticamente sigillate contenenti sabbia umida e i semi di 20 diverse piante infestanti. Il botanico si chiedeva quanto potessero rimanere vivi e germoglianti tali semi. Aveva scelto per questo esperimento alcune piante particolarmente resistenti e infestanti che si rivelavano immuni ad ogni trattamento diserbante. Le bottiglie erano state sigillate e sepolte a testa in giu' e ogni 5 anni ne veniva dissotterrata una e il suo contenuto veniva seminato su suolo sterile.
L'intervallo di tempo dell'apertura delle bottiglie (inizialmente di 5 anni) veniva poi allungato a 10 e a 20 anni; infatti tuttora il contenuto di queste bottiglie continua a produrre piante vive e vitali.
La bottiglia aperta nell'anno 2000 ha permesso ancora la crescita di una dozzina di pianticelle della specie verbascum e una piccola malva. Le bottiglie non sono ancora terminate: si prevede che l'ultima verra' aperta nel 2100, tuttavia gli scienziati si sono gia' resi conto che i semi sono capaci di sopravvivere per tempi molto lunghi, in stato quiescente, e riattivarsi con piena vitalita' quando le condizioni ambientali gliene offrono l'occasione.
Questo esperimento pone una conferma indiretta dati esperimenti effettuati con semi provenienti da antiche tombe o da antichi manufatti che hanno permesso la nascita di piantine dopo uno stato di quiescenza durato addirittura secoli.
E' presumibile percio' che tutti i terreni, sia desertici che boschivi, costituiscano in realta' una sorta di "banca del seme" di organismi pronti a crescere nel momento piu' adatto. Certamente e tuttavia l'esperimento in corso non permettera' di stabilire il limite massimo di sopravvivenza.
(D.Z. Fonte: "Scienze" 291:1884, 2001)


Letto : 1667 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
Pillole.org 2004-2020 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 11:16 | 47015562 accessi| utenti in linea: 42971