vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2274
Ultimo iscritto: gventura
Iscritti | ISCRIVITI
 
Trattamento con insulina dell' intossicazione da calcio-antagonisti
Inserito il 27 giugno 2001 da admin. - scienze_varie - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  



I calcio-antagonisti, in dosi eccessive, possono essere causa di intossicazione potenzialmente letale. La manifestazione clinica più importante dell’overdose con questi farmaci e' legata direttamente alla sua indicazione terapeutica ed e' costituita da ipotnsione grave.
La terapia convenzionale di questa overdose consiste nella somministrazione endovenosa di liquidi, calcio, farmaci vasopressori (dopamina, dobutamina, etc), con risultati non sempre positivi. Gli autori di questa pubblicazione hanno trattato in modo nuovo due pazienti in condizione di intossicazione acuta da calcio-antagonisti mediante somministrazione di insulina in dose tale da non indurre ipoglicemia ma una condizione di "iperinsulinemia euglicemica".
Il primo soggetto aveva sviluppato ipotensione e bradicardia dopo aver ingerito 12 compresse di amlodipina di 2.5 mg. Il secondo caso aveva ingerito una quantità imprecisata di diltiazem. Entambi i soggetti non avevano risposto al trattamento convenzionale effettuato al Pronto Soccorso.
Veniva praticata, in entrambi i soggetti, una infusione di insulina alla dose di 0.5 U.I./Kg/ora. Nonostante l’alta dose di insulina ricevuta, la prima paziente non ha necessitato di glucosio supplementare EV, mentre tale somministrazione (al 10%, 100 ml/ora) e' stata necessaria nel secondo paziente. L’infusione di insulina ha risolto con successo e rapidamente l’ipotensione e la bradicardia nei due pazienti.
Non e' chiaro il meccanismo con cui la terapia insulinica risolve l’instabilità emodinamica indotta dai calcio-antagonisti non è stato definito. Si ritiene che l’insulina abbia un effetto inotropico positivo a livello cardiaco e aumenti la resistenze vascolari periferiche, in quanto promuove l’assunzione di glucosio da parte dei miociti e delle cellule muscolari lisce. Il rischio dell' ipoglicemia secondaria e' facilmente risolvibile con la somministrazione di glucosio e.v.

D.Z. : N Engl J Med, 2001; 344:1721-2


Letto : 2581 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2020 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 10:12 | 47013965 accessi| utenti in linea: 40765