vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2260
Ultimo iscritto: ninniantonino
Iscritti | ISCRIVITI
 
Il vaccino per l'influenza stagionale protegge dall'A/H1N1?
Inserito il 12 ottobre 2009 da admin. - infettivologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Uno studio caso-controllo effettuato a Città del Messico suggerisce che la vaccinazione trivalente contro l'influenza stagionale potrebbe conferire una protezione parziale verso l'influenza A/H1N1.



In questo studio di tipo caso-controllo sono stati analizzati i dati dei pazienti ricoverati o visitati presso un ospedale di città del Messico per influenza A/H1N1 confermata in laboratorio. I pazienti sono stati paragonati a tre controlli affetti da malattie non simil-influenzali o da polmonite. I controlli erano paragonabili ai casi sia per età che per stato socio-economico.
Dopo aggiustamento per vari fattori confondenti (sesso e patologie mediche associate) si è visto che la vaccinazione trivalente contro l'influenza stagionale risultava associata a protezione contro l'influenza A/H1N1, soprattutto per le forme severe di malattia. Tale protezione era evidente sia per i soggetti senza condizioni di rischio associate sia per i soggetti con fattori di rischio associati. L'efficacia protettiva era rispettivamente del 77% e dell'86%.



Fonte:

Garcia-Garcia L et al. Study question Was there an independent association between having 2008-9 seasonal trivalent inactivated vaccine and getting influenza A/H1N1 during the epidemic in Mexico?
BMJ 2009 Oct 10;339:b3928.



Commento di Renato Rossi

Si è sempre ipotizzato che il vaccino contro l'influenza stagionale non potesse offrire protezione contro l'influenza A/H1N1. Tuttavia lo studio pubblicato dal BMJ induce a pensare che potrebbe non essere così e che una protezione, pur parziale, potrebbe, in effetti, aversi. Ovviamente occorre cautela nell'interpretare questi dati sia perchè si tratta di uno studio caso-controllo di tipo retrospettivo con tutti i limiti noti, sia per il piccolo campione esaminato (60 casi e 180 controlli). Però si tratta di un dato che può indurre ad un qualche ottimismo. Studi futuri ci potranno dire se effettivamente le cose stanno in questi termini o se i vari fattori di confondimento, sempre presenti negli studi caso-controllo, abbiano giocato un ruolo nell'alterare i risutati.



Letto : 3091 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2020 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 06:48 | 43827197 accessi| utenti in linea: 6829