vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2244
Ultimo iscritto: ChiaraD
Iscritti | ISCRIVITI
 
Sicurezza cardiovascolare del tiotropio
Inserito il 14 novembre 2010 da admin. - pneumologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Secondo una metanalisi l'uso del tiotropio nella BPCO č associato ad una riduzione della mortalitą totale, della mortalitą cardiovascolare e degli eventi cardiovascolari.

Per determinare la sicurezza del tiotropio sono stati selezionati RCT in doppio cieco della durata di almeno 4 settimane. I pazienti arruolati nei trials dovevano avere almeno 40 anni, una BPCO confermata con spirometria oppure fumare almeno 10 pacchetti di sigarette all'anno.
In totale si tratta di 30 RCT con 10.846 pazienti randomizzati a tiotropio e 8.699 randomizzati a placebo. L'uso del tiotropio risultava associato ad na riduzione della mortalitą totale (RR 0,88; CI95% 0,77-0,99) e degli eventi cardiovascolari (RR 0,83; 0,71-0,98). Anche la mortalitą cardiovascolare risultava ridotta nel gruppo trattato con tiotropio (RR 0,77; 0,69-0,98).
Per i singoli eventi cardiovascolari si aveva un RR di 0,78 (0,59-1,02) per l'infarto miocardico, di 0,82 (0,69-0,98) per lo scompenso cardiaco e di 1,03 (0,79-1,35) per l'ictus.
Gli autoric oncludono che l'uso del tiotropio nella BPCO č associato ad una riduzione della mortalitą totale, della mortalitą catdiovascolare e degli eventi cardiovascolari.


Fonte:

Celli B, Decramer M, Leimer I, et al. Cardiovascular safety of tiotropium in patients with COPD. Chest. 2010 Jan;137(1):20-30.


Commento di Renato Rossi

Il tiotropio č un anticolinergico considerato terapia di prima scelta dalle linee guida sulla BPCO.
Tuttavia una metanalisi del JAMA [1] su 17 trials, per quasi 15000 pazienti, aveva avanzato l'ipotesi che gli anticolinergici (ipratropio e tiotropio) potrebbero essere associati ad un aumento del rischio di infarto e di mortalitą cardiovascolare, ma non dello stroke e della mortalitą totale.
Nel successivo studio UPLIFTS [2] si era avuto un trend di riduzione della mortalitą totale nel gruppo trattato con tiotropio, peraltro statisticamente non significativo (HR 0,89; 0,79-1,02). Gli autori della metanalisi del JAMA avevano subito ribattuto che lo studio UPLIFTS non era stato disegnato per valutare la sicurezza cardiovascolare del tiotropio. In effetti l'endopoint primario dello studio era il declino della funzionalitą respiratoria.
La metanalisi recensita in questa pillola ha preso in considerazione un maggior numero di trials di quella del JAMA, compreso l'UPLIFTS. Essa suggerisce che il tiotropio č sicuro dal punto di vista cardiovascolare e potrebbe anche portare ad una riduzione della mortalitą totale e della mortalitą/morbilitą cardiovascolari.
Un editoriale di commento sottolinea che per il momento la questione č controversa e che quest'ultima metanalisi č probabilmente la maggior evidenza disponibile finchč non ne arriverą una di migliore. Perlomeno mostra che il tiotropio č un farmaco sicuro.
Ci sembra di poter concludere che i medici possono stare ragionevolmente tranquilli quando prescrivono il tiotropio ad un loro paziente con BPCO.



Referenze

1. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=4263
2. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=4281



Letto : 2801 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2019 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 19:36 | 40216683 accessi| utenti in linea: 3395