vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2289
Ultimo iscritto: Galante
Iscritti | ISCRIVITI
 
Tosse cronica e reflusso gastroesofageo
Inserito il 28 luglio 2011 da admin. - gastroenterologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

E' ancora oggetto di discussione se il trattamento del reflusso gastro esofageo sia utile nei pazienti con tosse cronica.



Negli adulti con tosse cronica si ritiene che il reflusso gastroesofageo sia una causa importante in circa il 41% dei casi. Ma il trattamento del reflusso gastroesofageo (RGE) efficace nel migliorare la tosse?
Una revisione Cochrane ha esaminato 19 studi (13 effettuati in adulti e 6 in bambini).
Per quanto riguarda gli studi pediatrici nessuno risultato idoneo per una metanalisi; in un singolo RCT emerso che l'uso degli inibitori di pompa protonica (PPI) non era efficace ed aumentava la frequenza di effetti avversi di cinque volte.
Negli studi effettuati sugli adulti non stato possibile trovare dati sufficienti sui H2 antagonisti, sui farmaci agenti sulla motilit gastrica e sulle terapie conservative, mentre non vi sono studi sulla fundoplicatio. In 9 studi sono stati paragonati PPI e placebo: non si trovata differenza tra i due trattamenti sulla risoluzione della tosse usando l'analisi intention to treat. Usando invece la sensitivity analyses si visto che alla fine del trattamento (2-3 mesi) vi era un miglioramento della tosse con i PPI.
Gli autori concludono che nei bambini molto piccoli i PPI non sono efficaci e non devono essere usati. Per i bambini pi grandi non possibile alcuna conclusione per dati insufficienti.
Negli adulti le prove non sono sufficienti per poter concludere con certezza che i PPI sono efficaci per trattare la tosse associata al RGE.
Si auspicano studi in doppio cieco, randomizzati e della durata di almeno 2 mesi.


Fonte:

Chang AB, Lasserson TJ, Gaffney J, et al. Gastro-oesophageal reflux treatment for prolonged non-specific cough in children and adults. Cochrane Database Syst Rev. 2011 Jan 19;1:CD004823


Commento di Renato Rossi

La tosse cronica un motivo di frequente consultazione nella pratica clinica. Anzitutto bisogna escludere una tosse postinfettiva che di solito, pur potendo durare parecchie settimane, tende ad essere autorisolutiva, una bronchite cronica, soprattutto se il paziente un fumatore, un tumore polmonare o altra patologia sepcifica (tubercolosi, etc.). Non va dimenticato, anche, che una tosse cronica potrebbe essere legata all'uso di alcuni farmaci (come per esempio aceinibitori e, meno frequentemente, antagonisti del recettore dell'angiotensina II o sartani).
Quando non si trovano cause apparenti bisogna pensare a: asma bronchiale, post nasal drip, reflusso G-E. Spesso il reflusso G-E viene sospettato dopo una consulenza otorinolaringoiatrica che evidenzia segni indiretti di reflusso (flogosi iperemica della laringea).
La revisione Cochrane recensita in questa pillola ci dice, per, che il trattamento con PPI non supportato, per ora, da evidenze definitive. Se si decide di fare un tentativo in tal senso opportuno avvisare il paziente che i benefici, se ci saranno, potrebbero manifestarsi dopo alcuni mesi di trattamento.

Letto : 3882 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
Pillole.org 2004-2022 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 02:33 | 61940450 accessi| utenti in linea: 50196