vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2296
Ultimo iscritto: Rosanna
Iscritti | ISCRIVITI
 
Orticaria cronica e additivi alimentari
Inserito il 18 maggio 2014 da admin. - dermatologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Solo raramente l'orticaria cronica è dovuta ad una ipersensibilità ad additivi presenti negli alimenti o nei farmaci.


L'orticaria cronica (così definita quando dura per più di sei settimane) è quasi sempre un rebus per il medico sia per quanto riguarda la scoperta della eziologia che per quanto riguarda il trattamento.

Tra le varie cause riportate in letteratura vi è anche la possibilità che la cronicizzazione sia legata ad una sensibilità individuale del paziente ad uno o più additivi presenti negli alimenti o nei farmaci.

Ma è davvero così?

Per determinarlo alcuni ricercatori hanno utilizzato 100 pazienti affetti da orticaria cronica per testare 11 additivi alimentari tra i più comuni (tartrazina, metabisolfito di potassio, glutammato monosodico, aspartame, sodio benzoato, metil paraben, anisole idrossibutilato, toluene idrossibutilato, , FD&C Yellow 6, sodio nitrato, sodio nitrito).

In poco meno della metà dei pazienti testati era stata ipotizzata, sulla base della storia clinica, una possibile allergia ad additivi presenti negli alimenti o nei farmaci.

Al test cutaneo con additivi hanno avuto una risposta di tipo orticarioide solo due pazienti sui cento esaminati. Tuttavia la positività si è riscontrata solo quando il test è stato eseguito con un singolo cieco. Quando invece il test è stato eseguito in doppio cieco con placebo nessuno dei due ebbe una risposta positiva.
In nessun paziente si sono registrati sintomi di tipo gastrointestinale o respiratorio.

Gli autori concludono, quindi, che gli additivi alimentari sono una causa rara di orticaria cronica, per cui la loro esclusione non è raccomandata.

Che dire?

Lo studio è senza dubbio interessante in quanto sfata un mito diffuso. Tuttavia va detto che la casistica è piccola e questi risultati andrebbero confermati da altri lavori.

In ogni caso, dal punto di vista pratico, è probabilmente vero che è inutile consigliare al paziente l'astensione da alimenti o farmaci che contengano l'additivo eventualmente sospettato di essere la causa dell'orticaria cronica, a meno che non si abbia il riscontro che ogni qualvolta quell'additivo viene ingerito ricompare la sintomatologia. Infatti una sensibilità, seppur rara, è sempre possibile (secondo i dati dello studio di Rajan e coll. in meno dell'uno percento dei pazienti con orticaria cronica).


Renato Rossi


Bibliografia

Rajan JP et al. Prevalence of Sensitivity to Food and Drug Additives in Patients With Chronic Idiopathic Urticaria. J Allergy Clin Immunol Pract 2014 Mar/Apr.Vol 2; pages 168-171.



Letto : 2971 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2022 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 19:21 | 67774638 accessi| utenti in linea: 16823