vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2271
Ultimo iscritto: pillore120699
Iscritti | ISCRIVITI
 
Antibiotici e steroidi per la BPCO riacutizzata
Inserito il 05 luglio 2020 da admin. - pneumologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Nelle riacutizzazioni della BPCO antibiotici e steroidi per via sistematica risultano efficaci, indipendentente dal setting (ospedaliero o ambulatorale) e dalla gravità.



Quali terapie sono efficaci nelle riacutizzazioni della BPCO?

Ha cercato di stabilirlo una revisione sistematica della letteratura con metanalisi che ha considerato 68 studi clinici randomizzati e controllati (RCT) per un totale di oltre 10000 soggetti arruolati.

Negli RCT i pazienti arruolati avevano una riacutizzazione della BPCO ed erano trattati a domicilio oppure in ospedale. Sono stati esclusi studi con pazienti ricoverati in Unità di Cure Intensive.

Si è evidenziato che l'uso degli antibiotici (somministrati per un periodo di 3-14 giorni) era associato ad una miglior risoluzione della fase acuta e ad una riduzione dei fallimenti della terapia rispetto al placebo o al non uso di antibiotici.
Questi risultati erano validi sia per i pazienti ricoverati che per quelli curati a domicilio ed erano indipendenti dalla gravità della fase acuta.
Non si sono registrate differenze tra antibotici e controllo per altri esiti (mortalità, qualità di vita, ricoveri ospedalieri, intubazioni, eventi avversi).

Anche l'uso di steroidi per via sistemica (somministrati per un periodo di 9-56 giorni) era associato ad una miglior risoluzione della riacutizzazione e ad un minor fallimento della terapia rispetto al placebo, sia nei pazienti ricoverati che in quelli trattati a domicilio.
Tuttavia l'uso di steroidi risultava associato anche ad un aumento degli effetti collaterali in generale e di quelli endocrini in particolare. Nessuna differenza si è registrata per altri esiti (decessi, ricoveri, intubazioni).

Per altri interventi (aminofillinici, magnesio, antinfiammatori, steroidi inalatori, broncodilatatori a breve durata d'azione) non è stato possibile trarre conclusioni perchè le evidenze sono insufficienti (escluso l'uso di un mucolitico, la erdosteina).

Che dire?

La revisione sistematica di Dobler e coll. conferma la bontà di quanto suggerito dalle attuali linee guida e della pratica attuata ogni giorno dai medici: nelle riacutizzazioni della BPCO gli antibiotici e gli steroidi per via sistemica sono utili a ridurre il tempo di recupero e i fallimenti della terapia, anche se sembra che altri outcomes importanti non ne siano influenzati (mortalità, qualità d vita, ricoveri, etc.).

E' interessante notare che il trattamento con steroidi sistemici e antibiotici risulta efficace sia in un setting ambulatoriale che ospedaliero, sia nelle forme gravi che in quelle più lievi di riacutizzazioni.
Va notato comunque un limite della revisione sottolienato dagli autori: non è stato possibile definire meglio quali regimi sono più efficaci (che tipo di antibiotici, quale durata della terapia, etc.).


Renato Rossi



Bibliografia

1. Dobler CC et al. Pharmacologic Therapies in Patients With Exacerbations of Chronic Obstructive Pulmonary Disease: A Systematic Review With Mea-analysis.
Ann Intern Med. Pubblicato online il 25 febbraio 2020-


Letto : 30078 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2020 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 12:48 | 46249479 accessi| utenti in linea: 24023