vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2264
Ultimo iscritto: gengis
Iscritti | ISCRIVITI
 
Remdesivir: primi risultati sul coronavirus
Inserito il 13 aprile 2020 da admin. - infettivologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Sono stati pubblicati i primi dati relativi ad uno studio sul remdesivir nella terapia della COVID-19.


Il remdesivir è un antivirale che inibisce la RNA polimerasi virale ed ha dimostrato, in vitro, di avere una buona attività contro il coronavirus [1]. Non è noto se sia efficace anche in vivo.

Il New England Journal of Medicine pubblica il primo studio sul remdesivir effettuato su pazienti affetti da COVID-19 [2].

Lo studio riguarda 61 pazienti ricoverati per COVID-19. Si tratta di pazienti con una forma clinica grave: nel 57% dei casi erano in ventilazione meccanica e nell'8% in ossigenazione attraverso membrana extracorporea.
IL trattamento, definito compassionevole dagli autori, è consistito nella somministarzione per infusione endovenosa di remdesivir 200 mg il primo giorno e 100 mg/die per altri nove giorni.

E' stato possibile analizzare i risultati relativi a 53 dei 61 pazienti osservati. Il follow up è durato in media 18 giorni.
Il 68% dei casi ha avuto un miglioramento per quanto riguarda il supporto di ossigenazione; il 57% dei soggetti che erano in ventilazione meccanica è stato estubato.
Il 47% dei pazienti è stato dimesso.
La mortalità è risultata in totale del 13%: in particolare del 18% tra i pazienti intubati e del 5% tra quelli non intubati.

Che dire?

Si tratta di uno studio con una casistica molto limitata e in cui non vi è un gruppo di controllo. Non è possibile quindi trarre conclusioni affidabili per quanto riguarda outcomes clinici importanti come la capacità del farmaco di ridurre i decessi o la percentuale di pazienti che necessitano di intubazione.
Lo studio suggerisce, comunque, che i pazienti gravi possono trarre giovamento dal remdesivir in circa due casi su tre, ma è necessario cautela nell'interpretare questi dati per i motivi di cui sopra. Dati incoraggianti ma ancora preliminari.
Come correttamente concludono gli autori è necessario attendere i risultati degli studi randomizzati attualmente in corso.

Da notare che in circa il 60% dei casi si sono verificati degli eventi avversi: aumento degli enzimi epatici, ipotensione, diarrea, alterazioni della funzionalità renale, etc..
Anche in questo caso, mancando il gruppo di controllo, non è noto se tali eventi siano dovuti al farmaco o alla malattia.

E' comprensibile che tutti attendano e sperino nei risultati degli studi in corso in tutto il mondo. Purtroppo però la medicina ha i suoi tempi tecnici che più di tanto non possono essere ridotti.


Renato Rossi


Bibliografia

1. http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=7322

2. Grein J et al. Compassionate Use of Remdesivir for Paients with Severe COVID-19. N Engl J Med. Pubblicato online il 10 aprile 2020.


Letto : 17546 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2020 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 12:27 | 45088390 accessi| utenti in linea: 30641