vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2314
Ultimo iscritto: ValeM
Iscritti | ISCRIVITI
 
Bepirovirsen nell'epatite B
Inserito il 19 marzo 2023 da admin. - infettivologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

L'oligonucleotide antisenso bepirovirsen potrebbe aprire una nuova strada nel trattamento dell'epatite cronica B.


Attualmente l'epatite B viene trattata con nucleosidi orali o analoghi nucleisidici. Il problema di questi trattamenti è che devo essere proseguite per tutta la vita perché la loro interruzione può provocare una riaccensione della malattia con peggioramento del quadro clinico.
Sarebbe ideale poter disporre di una terapia che porti ad una remissione clinica ma che abbia una durata limitata.
Il bepirovirsen è un oligonucleotide antisenso. In pratica si tratta di un farmaco in gradi di spezzare l'RNA virale. In questo modo impedisce la replicazione del virus. Questo farmaci sono già stati testati nell'epatite C e delta.
In uno studio multicentrico di tipo randomizzato sono stati reclutati 457 pazienti affetti da epatite cronica B suddivisi in 4 gruppi e trattati con bepirovirsen pere via sottocutanea una volta alla settimana secondo 4 dosaggi diversi. I partecipanti erano anche in trattamento con analoghi nucleotidici.
Dopo 12-24 settimane di trattamento e 26 settimane di follow-up senza trattamento nel 6% dei casi l'HBsAg e il DNA virale non erano più rilevabili.
Fattori che favoriscono una buona risposta al trattamento sono i bassi livelli basali di HBsAg e il dosaggio più elevato del bepirovirsen.
Tra gli effetti avversi da segnalare febbre, reazioni locali nel sito di infezione e, in 2 pazienti, la comparsa di una grave forma di epatite richiedente l'ospedalizzazione.
Si tratta di uno studio ancora preliminare e i risultati non sono così brillanti come ci si potrebbe aspettare. Tuttavia può essere che con dosi maggiori di bepirovirsen e una durata più prolungata del trattamento si riesca impedire la replicazione virale in un maggior numero di casi.
Insomma, potrebbe essere una svolta nella terapia di questa infezione.


Renato Rossi

Bibliografia

1. Yuen MF, Lim SG, Plesniak R, Tsuji K, Janssen HLA, Pojoga C, Gadano A, Popescu CP, Stepanova T, Asselah T, Diaconescu G, Yim HJ, Heo J, Janczewska E, Wong A, Idriz N, Imamura M, Rizzardini G, Takaguchi K, Andreone P, Arbune M, Hou J, Park SJ, Vata A, Cremer J, Elston R, Lukić T, Quinn G, Maynard L, Kendrick S, Plein H, Campbell F, Paff M, Theodore D; B-Clear Study Group. Efficacy and Safety of Bepirovirsen in Chronic Hepatitis B Infection. N Engl J Med. 2022 Nov 24;387(21):1957-1968.



Letto : 65759 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
 
© Pillole.org 2004-2024 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 16:17 | 98946435 accessi| utenti in linea: 69249