Vai a Pillole.org
Quei peperoni assassini


Categoria : casi_clinici
Data : 28 agosto 2004
Autore : admin

Intestazione :

I casi clinici del Dott. Cretinetti: Una anziana signora presenta strane vertigini e singhiozzo ed incolpa la scorpacciata di peperoni. Cretinetti le dà credito e la signora muore.



Testo :

La paziente e' un'ultrasettantenne senza patologie degne di nota salvo una modica ipertensione, chiama a casa Cretinetti per l'insorgere di una sindrome vertiginosa. Egli si reca al domicilio della paziente, la trova a letto, all'esame obiettivo rileva solo una pressione arteriosa sistolica di 170 millimetri di mercurio e nient'altro, la donna riferisce che le vertigini non erano posizionali e che comunque erano gia' cessate lasciando il posto ad una "testa confusa e a un po' di nausea"; durante la visita si verificano alcune crisi prolungate di singhiozzo parossistico ma l'esame obiettivo addominale e’ completamente negativo .
Tutta questa sindrome viene da lei addebitata ad un' indigestione causata da "una grossa mangiata di peperoni che proprio non dovevo fare, me li sento tutti sullo stomaco, purtroppo pero' mi piacciono da morire".
Cretinetti potenzia la terapia antipertensiva con un diuretico dicendole di telefonare il giorno successivo per aggiornamenti, sfortunatamente la frase detta dalla paziente diviene profetica e viene trovata morta nel suo letto.
ALL'AUTOPSIA : emorragia del tronco cerebrale; questo referto fu gentilmente comunicato a Cretinetti dal figlio della paziente il quale sottolineo' il fatto che "una cosa cosi' particolare potesse servire per l'esperienza futura".
La connessione diagnostica era: vertigini, confusione mentale, l'eta' avanzata, l’ipertensione arteriosa, un singhiozzo parossistico la cui origine non era periferica ma centrale.

Giuseppe Ressa



STAMPACHIUDI
info@pillole.org | Pillole.org
© Pillole.org 2020 Pillole Reg. T. di Roma 2/06
stampato il 28/11/2020 alle ore 04:17:52