Logo
  Capitoli     
         
   
Artrosi
Inserito il 26 febbraio 2006 alle 16:26:00 da R. Rossi. | stampa in pdf | Commenta questo capitolo | Consulta il tutorial pdf su come navigare il manuale al meglio
cambia
pag 1

Rossi:
L'artrosi è la più frequente di tutte le malattie muscoloscheletriche viste dal MMG.
Inizia abbastanza precocemente tanto che a quarant'anni praticamente tutti presentano delle alterazioni artrosiche a qualche livello anche se solo in minima parte questo si traduce in sintomi clinici.
Il processo patologico che sta alla base dell'artrosi è un’ alterazione della cartilagine articolare che si assottiglia e va incontro a fenomeni degenerativi con conseguente aumento della frizione dei capi ossei, ipertrofia ossea e produzione di osteofiti. Si possono sovrapporre fenomeni infiammatori responsabili di riacutizzazioni con sinovite e possibile versamento articolare.
Gli anglosassoni parlano infatti di osteoartrite proprio per sottolineare il fatto che la malattia non è solo di tipo degenerativo ma anche infiammatorio.
Il perché si verifichi questa degenerazione cartilaginea non è noto. Da una parte sono stati identificati alcuni fattori di rischio come l'obesità (che comporta un sovraccarico articolare), l'età avanzata, il sesso femminile, il tipo di lavoro o di sport praticato che possono portare ad una usura precoce delle cartilagini (tipica la gonartrosi una volta delle lavandaie ora dei pavimentisti), dall'altro possono essere importanti meccanismi di tipo genetico che predispongono la cartilagine a fenomeni degenerativi. Infatti un altro fattore di rischio osservato è la familiarità della malattia.

Ressa:
E’ molto deprimente constatare che le cose che sapevo 25 anni fa, all’inizio della professione, siano rimaste inalterate senza nozioni nuove sia sul piano diagnostico che terapeutico !
Come si classifica l’artrosi?

Rossi:
Si usa distinguere l'artrosi in primaria e secondaria.
L'artrosi primaria può essere generalizzata oppure localizzata (mani, ginocchio, anca, caviglia, colonna).
L'artrosi secondaria consegue a condizioni che portano ad alterazioni cartilaginee come le fratture, i traumi, le displasie congenite dell'anca, la condrocalcinosi, l'artrite reumatoide, ecc.
 
  pag 2 >>
 
2004 - 2019 © Pillole.org Reg. T. di Roma 2/06 | Contatti | Versione stampabile |      
ore 02:59 | 884963 accessi| utenti in linea: 36299
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.5